La scheda è stata curata da Elvira Visciola

Si tratta di una statuina femminile in pietra ollare (steatite traslucida tra giallo e marrone) conosciuta con il nome di “Venere di Grimaldi” (comune italiano posto al confine con la Francia) o “Venere di Mentone” (comune Francese posto al confine con l’Italia) per la località dove è stata ritrovata, la grotta Barma Grande nel complesso dei Balzi Rossi, posta al confine tra Italia e Francia. E’ datata al Paleolitico Superiore (circa 18.000 a.C.), presentandone le tipiche caratteristiche: figura nuda con seni penduli che si appoggiano sul ventre, quest’ultimo e le natiche prominenti, pube e vulva ben marcati; le braccia sono mancanti con spalle cadenti, mentre le gambe sono interrotte all’altezza delle ginocchia; capovolgendo il pezzo, la parte inferiore presenta 2 buchi a sezione conica, uno per ogni arto mancante che probabilmente sono andati dispersi. La testa è ovale senza lineamenti del volto, con un copricapo (per alcuni una folta chioma di capelli) che si estende lungo la schiena come un’appendice triangolare. Diverse tracce di ocra sono presenti intorno al collo, ai seni, al pube e tra le gambe.

Note storiche

La statuina è stata ritrovata da un tale Louis Alexandre Jullien, un commerciante di Marsiglia, tra il 18 ed il 23 dicembre del 1883 (insieme ad un’altra denominata la “dana con il gozzo”, in osso di cervide) nella Barma Grande dei Balzi Rossi. Dopo più di un decennio venne proposta in vendita a Salomon Reinach, allora direttore del Musée des Antiquités Nationales di Saint-Germain-en-Laye, acquisto che andò in porto nel 1896 insieme ad altri oggetti provenienti dalla stessa grotta.

Le notizie storiche riguardanti i ritrovamenti sono descritte nel saggio “Madri del Tempo” e “I Balzi Rossi“.


NOME Statuina Gialla (Venere di Mentone) di Grimaldi (Balzi Rossi)
OGGETTO STATUINA FEMMINILE
FASCIA DI DATAZIONE Paleolitico Superiore - Fino A 10.000 anni fa
LOCALITA' DEL RITROVAMENTO Ritrovata nella Barma Grande, facente parte delle Grotte dei Balzi Rossi, nei pressi della frazione Grimaldi nel Comune di Ventimiglia. - Provincia di Imperia
CONTESTO AMBIENTALE Grotte
REPERTI ESPOSTI

Esposta al Musée des Antiquites Nationales di Saint Germain-en-Laye, Place Château Charles de Gaulle, Saint-Germain-en-Laye, Francia – Tel. 0033 1 39101300.

STATO DI CONSERVAZIONE

La statuina ha una superficie ben levigata, con tracce di usura e danneggiamenti in più punti, ma in linea di massima lo stato di conservazione è ottimo.

DIMENSIONI Altezza cm. 48, larghezza cm. 21 e spessore cm. 13, peso poco più di 15 grammi.
CONDIZIONE GIURIDICA Proprietà del Musée des Antiquites Nationales di Saint Germain-en-Laye.
LINK ESTERNI

Per il Musée des Antiquites Nationales di Saint Germain-en-Laye

BIBLIOGRAFIA
  1. Margherita Mussi, Pierre Bolduc, Jacques Cinq-Mars – Les figurines des Balzi Rossi (Italie): une collection perdue et retrouvée – “Bull. Société Prehistorique de l’Ariège” – 1996;
  2. Margherita Mussi, Pierre Bolduc, Jacques Cinq-Mars – Le 15 figurine Paleolitiche scoperte da Louis Alexandre Jullien ai Balzi Rossi – estratto da “Origini e Preistoria e Protostoria delle Civiltà antiche” – 2004;
  3. Vincenzo Formicola, Brigitte M. Holt – Tall guys and fat ladies: Grimaldi/s Upper Paleolithic burials and figurines in a historical perspective – in “Journal of Anthropological Sciences” – Vol 93 – 2015;
  4. Margherita Mussi, Jacques Cinq-Mars e Pierre Bolduc – I Balzi Rossi alla Belle Epoque tra scoperte, polemiche, interessi e veleni – in Atti del Convegno “La nascita della Paleontologia in Liguria” – Bordighera 2008;
  5. Margherita Mussi – L’utilisation de la stéatite dans les grottes des Balzi Rossi (ou grottes de Grimaldi) – in “Gallia préhistoire” – tome 33 – 1991;
  6. Piero Leonardi – Testimonianze di arte paleolitica nell’Italia settentrionale – in “Atti del 6° convegno sulla Preistoria, Protostoria, Storia della Daunia” – 14-16 dicembre 1984;
  7. Randall White, Michael Bisson – Imagerie féminine du Paléolithique: l’apport des nouvelles statuettes de Grimaldi – in “Gallia préhistoire” – tome 40 – 1998;
  8. Luciano Malpieri, Anna Orlandini – Le vulcaniti scheggiate della “Barma Grande” ai Balzi Rossi di Grimaldi – Convegno alla Riunione della Società Mineralogica Italiana dell’11 ottobre 1968 in Napoli;
  9. Alessandro Carassale, Daniela Gandolfi, Alberto Guglielmi Manzoni – Il Viaggio in Riviera. Presenza straniere nel Ponente Ligure dal XVI al XX secolo – in “Atti del Convegno Bordighera” 14 e 21 giugno 2014;
  10. Claudine Cohen – La femme des origines – Belin Herscher 2003.

Stampa questa pagina

Approfondimenti

Madri del Tempo – Elvira Visciola

Approfondimenti

I Balzi Rossi – Antonella Traverso